Attendere prego…

HOME SOSTIENI CHI SIAMO NEWS CONTATTI LINK FAQ ENGLISH MEMORIALE DELLA SHOAH KIT DIDATTICO TESTIMONIANZE PROGETTI DIDATTICI MOSTRE ITINERANTI SEMINARI EVENTI GIORNO DELLA MEMORIA SEZIONI

ASSOCIAZIONE
FIGLI DELLA SHOAH

SAMI MODIANO

Sami Modiano nasce a Rodi nel 1930. Dopo la firma dell’armistizio tra l’esercito italiano e le forze alleate e l’invasione dei tedeschi nell’isola, all'epoca colonia italiana, viene deportato nel luglio del 1944 con gli altri duemilacinquecento ebrei residenti. Trasportati su navi bestiame fino al Pireo, Sami, il padre Giacobbe e la sorella Lucia furono successivamente deportati in treno nel campo di Auschwitz-Birkenau, dove arrivarono ad agosto del 1944 dopo un viaggio inumano durato 21 giorni. A Birkenau Giacobbe e Lucia non ce la fecero.

Matricola n. B7456
Nel gennaio 1945, sapendo che i sovietici si stavano avvicinando, i nazisti fecero incamminare i superstiti verso Auschwitz, a circa tre chilometri da Birkenau. Durante lo spostamento, Sami, denutrito e privo di forze, crollò a terra, aspettando di essere eliminato; ma due prigionieri, sollevatolo, riuscirono a portarlo fino ad Auschwitz, dove, per simularne la morte, fu lasciato sopra un mucchio di cadaveri. Risvegliatosi e vedendo che tutti avevano abbandonato il campo, raggiunse una casa nei pressi di Auschwitz, dove si unì ad altri superstiti, fra cui Primo Levi e Piero Terracina E’ impegnato, assieme alla moglie Selma Doumalar, a narrare la sua Testimonianza di Sopravvissuto alla Shoah, rivolgendosi in particolare agli studenti delle scuole.

Registrati e richiedi "SAMI MODIANO"

Richiedi